fbpx

Articles by: InnoAle

Complementi d’arredo: scopri i nostri prodotti

Svegliarsi al mattino in un ambiente amico, rientrare la sera in una casa accogliente, quello che tutti noi dovremmo avere. Oltre l’arredamento, per ricreare un ambiente familiare ci sono i complementi d’arredo che con il loro stile rendono funzionali gli spazi e li arricchiscono di design. Il mercato odierno ne propone svariati, ma la scelta sta a voi: ritrovare voi stessi tra le vostre mura domestiche.

Una mensola, uno sgabello o un orologio, sono tutti elementi che oltre ad essere funzionali parlano di voi, dello stile che preferite, della comodità che scegliete. Esprimetevi liberamente, ma fate attenzione ad essere sempre coerenti, rispettate lo stile della vostra casa ed esaltatelo con il vostro essere.

Complementi d’arredo, la scelta giusta

Oggi il mercato propone svariati complementi d’arredo, dagli specchi, agli appendiabiti, ai porta riviste ai mobili porta tv, ma come scegliere quello giusto? Scopriamo insieme le caratteristiche di quelli più utilizzati.

Complementi d’arredo in plastica

Tantissimi complementi d’arredo sono realizzati in plastica. Sono sfiziosi e colorati e riempiono le nostre case con il loro colore e leggerezza. Il loro design originale li rende unici e di grande personalità, capaci di trasformare l’ambiente in cui sono disposti. Si puliscono facilmente e grazie alla loro leggerezza si possono spostare facilmente da una stanza all’altra.

Gli specchi

Uno dei complementi d’arredo che più caratterizza la stanza in cui è collocato è lo specchio. Di diverse forme e dimensioni personalizzano e, se usati nel modo giusto, aumentano visivamente le dimensioni della stanza. Oltre ad essere pratici gli specchi sono anche molto decorativi, danno personalità all’ambiente e possono arredare intere pareti.

Portaombrelli: la praticità unita allo sfizio

I portaombrelli, si sa, sono molto utili, ma se fossero anche belli e di arredamento? Scegliete, anche in questo caso, tenendo conto dello stile della casa: il ferro battuto si adegua ad una casa classica, le tinte più forti si armonizzano meglio con un ambiente giovane e moderno. Dove collocarlo? Vicino la porta di ingresso è il luogo più congeniale.

Gli appendiabiti

La rivoluzione architettonica della casa ha portato alla scomparsa, nella maggior parte dei casi, dell’ingresso. È qui che trovava posto il classico appendiabiti da terra, pronto a ricevere giacche e cappotti di chiunque entrasse. Ecco che il mercato, anche per ovviare alla mancanza di spazio, ha proposto gli attaccapanni da muro. In ogni caso, qualunque sia la forma, questi elementi arredano.

I portariviste

Comodi e pratici anche i portariviste sono diventati elementi d’arredo. Colorati, dalle diverse forme, in plexiglass o in cristallo, da muro o da tavolo. Ideali per riporre le riviste si fondono armoniosamente con il resto della casa. La comodità di questo complemento d’arredo sta anche nella possibilità di spostarlo senza sforzo da una stanza all’altra della casa.

Mobili porta TV e librerie

Da quando la televisione ha cambiato dimensioni è cambiato anche il mobile porta TV. Il mercato, sempre pronto a proporre i migliori modelli e le migliori soluzioni, accontenta tutti i gusti. Dai più semplici a quelli di design, fino ai più funzionali per chi dispone di poco spazio. I modelli più complessi sono progettati per contenere anche tutti gli accessori e alcuni sono anche forniti di ruote con sistema di bloccaggio per sistemarli dove più conviene.

I tavolini

I tavolini, utilizzati per lo più nella zona living, giocano un ruolo funzionale. Sono perfetti come piano d’appoggio e completano alla perfezione l’arredamento. Le scelte che è possibile fare sono svariate, da quello più basso e semplice a quello modulare, composto da più pezzi, che è possibile disporre come si desidera. L’importante è prediligere pezzi che si armonizzino con il resto dell’ambiente.

Colori tendenza 2022 per l’arredo

Hai bisogno di effettuare un refresh per i tuoi interni e vuoi conoscere i colori di tendenza 2022? Se la risposta è si continua a leggere il nostro articolo! Vediamo qui 5 abbinamenti super attuali tra colori e materiali. Possono essere uno spunto interessante se sei stufo dei soliti ambienti, oppure se vuoi rinnovare il bianco anonimo che pervade la tua casa.

Iniziamo con il dire che i colori neutri sono una strategia sempre valida e duratura. Spesso però un interno ha bisogno di un tocco di colore per rompere la monotonia e dare un senso di rinnovamento.

Colori di tendenza 2022

  • Color peonia

Se hai un pavimento grigio o un parquet scuro, puoi “osare” con i colori della primavera. Inserisci un divano color peonia oppure un color block murale Peignoir vicino ad una zona scrivania. Questo colore è delicato e femminile, permette di realizzare una parete di effetto rivoluzionario ed elegante. Se ti piace il floreale puoi inserire un wallpaper sulla testata del letto o in bagno. Oppure, se vuoi osare in maniera moderata, puoi acquistare vasi, quadri e cuscini in tinta.

  • Color Blu e Verde Acqua

Sempre più clienti apprezzano i colori freddi in casa, abbinati ai neutri. Il colore verde acqua alle pareti, abbinato al blu dei complementi, permette di svecchiare un angolo living ormai datato (ad esempio con un vecchio divano marrone). Se hai un rivestimento beige, un legno o un pavimento che tende al rossiccio, i colori freddi sono i più efficaci per rendere l’ambiente nuovo e particolare. Anche il color ghiaccio è molto particolare

  • Verde Bosco

Magari non l’avrai mai considerato, ma il color Verde Bosco è il nuovo blu a livello di eleganza. Se stai pensando ai colori di tendenza 2022 non puoi non dare un’occhiata a questa tonalità di verde. Dopo il salvia è sicuramente la più interessante. Se non hai il coraggio di osare con una parete total green, puoi optare per i complementi in tinta. Questo colore funziona molto bene se abbinato al color oro, al rattan oppure ai legni chiari. Una strategia alternativa è coprire una parete di quadri su tema green. In questo caso il tono su tono, abbinato ai complementi, è particolarmente accattivante anche sui neutri.

  • Color mostarda

Se hai una preponderanza di grigio in casa non lasciarti sfuggire questo abbinamento originale con un colore pochissimo convenzionale: il giallo mostarda. Il giallo è uno di quei colori che portano allegria in casa e un tocco di stupore. Può essere attraverso un complemento, una lampada o un quadro, ma anche su una parete, perché no. Cerca di abbinarlo con colori freddi e abbastanza neutri (grigio, blu…) per evitare l’effetto “pecionata”. Molto interessante è arredare con il giallo quando hai un ambiente molto neutro e spento. La vitalità che sprigiona questo colore (che va sempre comunque dosato) è incredibile!

  • Color rosso mattone

Il rosso mattone è un colore di serie B per gli interior designer perché ricorda i vecchi cotti a pavimento o le pareti antiche a mattoncini, cosa che la gran parte dei clienti vuole rinnovare o cambiare. Invece un tocco di rosso esprime un’energia che pochi altri colori riescono a regalare. La tinta per pareti Blazer è un rosso misto ad un po’ di rosa, tanto da risultare più femminile ed adatto agli abbinamenti con ori e azzurri polverosi.

Cabina armadio: ecco alcune idee su come organizzarla

In tutte le case dei nostri sogni c’è almeno una cabina armadio, ma con i giusti accorgimenti può diventare un progetto alla portata di tutti. Realizzare una cabina armadio, infatti, consente di liberare spazio utile nel resto dell’abitazione e poter disporre di una zona dedicata interamente alla creazione dei propri look. Quando si hanno tanti abiti, accessori e scarpe, è fondamentale mantenerla organizzata con soluzioni che rendano la routine quotidiana semplice.

Ecco come procedere per ottenere finalmente la cabina armadio tanto desiderata.

Individua gli spazi

Se possibile è molto utile la vicinanza della cabina armadio con la camera da letto e il bagno, anche per potersi preparare quando nella zona living o in cucina sono presenti ospiti dell’ultimo minuto. Non sempre è possibile avere un’intera stanza a disposizione, ma con qualche piccolo trucco anche in una casa piccola si può ritagliare una zona che abbia le stesse funzioni di una cabina armadio vera e propria. Sfrutta le altezze il più possibile. Non solo si guadagnerà tanto spazio utile in verticale, ma se i vestiti lunghi saranno ben distesi si eviteranno spiacevoli sorprese, come le spiegazzature in punti critici. Con scaffalature angolari e contenitori estraibili anche gli angoli più remoti verranno utilizzati al 100% e si otterrà così un’organizzazione perfetta della cabina armadio.

La scelta dello stile

Anche per la cabina armadio scegli lo stile di arredamento che più ti piace, come per il resto della casa.

Vuoi un look glamour? Spazio agli stand in metallo degni della migliore boutique di lusso, dettagli in rosa, oro e femminili. Se la cabina armadio è di un uomo single, allora i toni scuri sono una scelta sicura ed elegante. Se invece è per una giovane coppia, colori vibranti o stile scandinavo sono una scelta smart e divertente per organizzare al meglio l’abbigliamento di lui & lei.

Scaffali e organizer: cosa non deve mancare

La cabina armadio deve essere una zona clutter-free in ogni giorno dell’anno. Tutto deve essere bene in vista e ogni cosa al suo posto. Per questo non devono mai mancare:

  • cassetti e/o appendini porta-cravatte e porta-cinture;
  • scatole e contenitori di varie misure;
  • organizer per gioielli e bijoux;
  • attaccapanni adatti ai diversi capi d’abbigliamento;
  • ante in vetro o materiali semi-trasparenti per mobili chiusi;
  • cesto per la biancheria sporca.

Le scarpiere

Che cabina armadio sarebbe senza scarpe? Per poter ritrovare subito il proprio paio di scarpe preferito e organizzare le calzature secondo le proprie esigenze, la scelta di una scarpiera pratica e comoda. Tra scarpiere ad ante, con specchio o a scomparti, la scelta è davvero vasta e si risparmierà tempo prezioso, evitando di cercare le scarpe in scatole disordinate o armadi bui.

144

Cucina: le tendenze del momento

Arredare la propria abitazione con cucine moderne di tendenza è semplice grazie ai tanti modelli che troviamo nei vari cataloghi che i migliori brand del settore ci riservano di anno in anno. Se vi state chiedendo come arredare una cucina moderna e come scegliere il rivestimento cucine adatto al vostro stile, vi diamo qualche spunto. Scoprite con noi tutte le idee da copiare!

Essenzialità e purezza delle forme sono le caratteristiche principali dell’interior design dal gusto moderno, un mood che risponde a esigenze di praticità e rigore estetico. Alta qualità dei materiali ed elevate prestazioni energetiche degli elettrodomestici sono ulteriori attributi indispensabili delle cucine moderne più funzionali.

Per arredare una cucina moderna è fondamentale partire dai due principali diktat di questo stile: essenzialità e funzionalità. Dal punto di vista estetico, non si può rinunciare alle superfici lisce delle ante e alla rigorosità delle forme. Le maniglie diventano un accessorio del tutto nascosto grazie alla gola ricavata direttamente nel telaio mentre il lavabo si fa più grande e spazioso.

Tra le tendenze per questo 2022 troviamo:

  • Cucine minimal chic: molto apprezzate perché privilegia forme semplici e colorazioni neutre. È il caso delle cucine in total white, in versione lucida oppure opaca. Donano grande luminosità alla stanza e si adattano perfettamente alle case piccole perché creano un effetto ottico tale da far apparire più spaziosa l’abitazione;
  • Cucine con superfici opache: sono tra i modelli di tendenza del 2022, soprattutto nei casi in cui si dispone di spazi ampi e continui. Infatti un numero sempre maggiore di interior designer amano arredare cucina e soggiorno insieme così da evitare una soluzione di continuità fra i due ambienti. Si tratta di un’idea che risulta perfetta in caso di open space oppure di case in cui le due stanze comunicano attraverso una grande apertura ricavata nella muratura di confine;
  • Cucine in sughero, la scelta green: Per arredare la cucina moderna non possono mancare le superfici ricavate da materiali naturali, come nel caso delle cucine in sughero o altri materiali che favoriscono il riciclo. Le luci sul piano di lavoro sono a risparmio energetico, luci a led che facilitano le operazioni di lavaggio degli alimenti mentre una cantinetta per i vini permette di accogliere gli ospiti con una selezione delle bevande più pregiate;
  • Cucina destrutturata: è composta da blocchi differenti che vengono assemblati tra loro, cioè si tratta di mobili già esistenti che si integrano con nuovi acquisti. In questo modo è economico arredare la cucina moderna perché non si sostituiscono tutti gli arredi, ma solo i mobili che sono molto usurati;
  • Cucine in muratura: sempre di tendenza: Le cucine in muratura moderne sono la soluzione perfetta per chi desidera realizzare una cucina che non passa mai di moda. Il classico stile rustico tradizionale lascia il posto a soluzioni moderne e di design, davvero perfette per ogni esigenza di arredamento;
  • Cucine moderne di design: Dal punto di vista funzionale, invece, la cucina moderna di design si caratterizza per elettrodomestici ad alta efficienza energetica. Forno, frigorifero, lavastoviglie e cappa che assicurano bassi consumi e alte prestazioni. Non mancano anche i piccoli apparecchi come i robot multiuso che permettono di velocizzare e ottimizzare la fase di preparazione delle pietanze. Cucine moderne industrial all’avanguardia.

Devi ristrutturare casa? Affidati a noi

Vuoi ristrutturare casa ma hai paura di commettere errori? Niente paura! Affidati ai nostri tecnici che da tantissimi anni si occupano di ristrutturazione appartamenti!

Chierichetti servizi ristrutturazione

Ecco perché sceglierci:

  • I nostri tecnici ti guideranno passo dopo passo in tutto il processo di ristrutturazione del tuo immobile, evitandoti inutili perdite di tempo e soprattutto inutili sprechi di denaro;
  • Stabiliremo insieme a te le priorità degli interventi da fare e dirigeremo i lavori dell’impresa in modo tale da garantirti che la ristrutturazione del tuo appartamento venga svolta a regola d’arte;
  • I nostri tecnici si occuperanno di tutti gli adempimenti burocratici per ristrutturare la tua casa presentando le pratiche edilizie necessarie per ottenere i permessi da parte del comune.

Vuoi ristrutturare casa in tutta sicurezza? Lo sai che se fatta nel modo giusto aumenterai il suo valore?

Ristrutturare casa è un’attività che può permetterti di aumentare il valore del tuo immobile e di adattarlo alle tue esigenze ed ai tuoi gusti personali. Tutto questo con un notevole risparmio economico rispetto all’acquisto di un nuovo appartamento grazie anche alla possibilità di beneficiare di incentivi e detrazioni fiscali.

Fatti seguire da un tecnico e dormi sonni tranquilli

Se vuoi dormire sonni sereni, e goderti solo la parte più bella di ristrutturare casa, è indispensabile farti seguire da un tecnico abilitato come un geometra, un architetto o un ingegnere che si occuperà di tutte le questioni burocratiche e soprattutto che si occuperà di dirigere i lavori dell’impresa assicurandosi che vengano svolti a regola d’arte nel rispetto delle vostre indicazioni. Scegliere di farsi seguire da un tecnico per ristrutturare casa vuol dire avere il supporto di un professionista super partes che sia in grado di gestire i tuoi interessi nei confronti dell’impresa esecutrice dei lavori, e che soprattutto sia in grado di comprendere le tue esigenze e fare in modo che il risultato finale sia coerente con esse. Un tecnico inoltre ti può guidare nelle scelte, individuando le soluzioni migliori sia dal punto di vista del risultato che dal punto di vista economico.

Risparmiare sul tecnico potrebbe costarti molto caro

Numerose imprese di costruzioni, vista anche la crisi del settore edilizio, hanno deciso di promuoversi offrendo “ristrutturazione appartamenti chiavi in mano”, ad un prezzo fisso molto allettante in cui comprendono la progettazione, le pratiche burocratiche, il pagamento degli oneri oltre ovviamente alla fornitura dei materiali ed il costo dei lavori. Sembra tutto fantastico, ma sei proprio sicuro che i tecnici dell’impresa faranno i tuoi interessi sia per quanto riguarda il progetto, che per quanto riguarda il controllo sull’esecuzione dei lavori? Ricordati che loro sono pagati direttamente dall’impresa, e che quindi il loro obiettivo è quello di fare in modo che i lavori vengano svolti nel minor tempo possibile e con meno intoppi possibili, e tutto ciò tante volte a discapito della qualità ma soprattutto delle normative!

Sei disposto a dover pagare multe salate o addirittura a dover rifare i lavori dopo pochi anni? No vero?! Bene allora contattaci e parla subito con un nostro tecnico!

La nostra filosofia

Il processo creativo arriva alla sua concretizzazione attraverso la vera esecuzione:

  • Cantiere nuove costruzioni o ristrutturazioni di abitazioni esistenti, la fase tangibile del cambiamento è sempre il risultato di un percorso importante;
  • Tutte le scelte fatte prendono vita e, attraverso il progetto, i disegni tecnici, il lavoro delle maestranze si concorre a realizzare l’obiettivo finale;
  • La casa prende vita nella creazione degli spazi, nella realizzazione degli impianti, nella posa dei materiali, si realizza il nuovo, si demolisce il vecchio che lascia spazio al nuovo;
  • La gestione avviene a 360°, ogni fase del cantiere viene seguita, monitorata e tutte le scelte seguono quel percorso che, da creativo si trasforma in tecnico, organizzativo, pratico. Demolire il vecchio per lasciar spazio al nuovo.
outdoor

Quali sono le principali sedute per l’arredamento della casa

Oggi ti parleremo delle principali tipologie di sedute pensate per l’arredamento della casa. Faremo assieme un viaggio alla scoperta dei migliori arredi da predisporre all’interno dei tuoi ambienti domestici, capaci di valorizzare al meglio i vostri spazi.

Un tempo le sedie rappresentavano semplicemente degli arredi che dovevano essere in grado di assolvere alla propria funzione pratica. Oggi invece sono divenute un importante elemento d’arredo e di design, capace di conferire personalità e stile all’ambiente di una casa o di un ufficio. Scopriamo insieme i principali tipi di sedute disponibili sul mercato.

Ecco tutto quello che devi sapere sull’argomento!

Principali tipi di sedute moderne

Scegliere il modello più adatto ai propri gusti e compatibile con lo stile e il design dei propri ambienti non è sempre un’impresa semplice. Una sedia per la casa, per prima cosa, dovrà essere funzionale, confortevole ma anche resistente e stabile.

Inoltre, nella scelta di questi arredi sarà necessario considerare con la massima attenzione alcune importanti variabili, e in particolare:

  • estetica di una sedia per la casa
  • praticità di una sedia domestica
  • capacità della sedia scelta di combinarsi perfettamente con gli arredi presenti nei vostri ambienti domestici, valorizzando al meglio i vostri spazi

Nella scelta di una sedia per la casa non dovremo mai dimenticarci che i nostri ambienti domestici dovranno essere il luogo perfetto nel quale rilassarci, riposarci e goderci i nostri momenti privati ed intimi. Per questo motivo è fondamentale scegliere delle sedie il più possibile comode e confortevoli. In commercio sono oggi disponibili moltissime soluzioni di arredo, capaci di rispondere a tutti i gusti e a tutte le esigenze estetiche.

Vediamo di seguito i principali modelli di sedie per l’ambiente del soggiorno

Sedie per il soggiorno

Come sappiamo, il soggiorno e la zona living in generale rappresentano lo spazio che necessita maggiormente della presenza di sedute comode e funzionali. Il soggiorno è infatti l’ambiente casalingo per eccellenza nel quale riunirsi in famiglia e rilassarsi, leggendo un libro o guardano un film o un programma televisivo.

Spesso e volentieri si incorre nell’errore di pensare che solamente il divano rappresenti l’elemento classico immancabile ed irrinunciabile nell’ambiente del soggiorno. In un soggiorno moderno sono moltissime le varianti di sedute che potrete decidere di predisporre: ad esempio potrai optare per l’acquisto di un pouf, di uno sgabello, o ancora di una o più poltrone.

Indipendentemente dallo stile di arredo che caratterizza il vostro soggiorno casalingo, le soluzioni di arredo relative alla scelta delle sedute sono estremamente ampie e versatili.

Ecco che andando verso questa direzione, noi di Chierichetti ti presentiamo la collezione New York Outdoor di Saba Italia! La collezione infatti amplia la propria proposta con una linea di sedute dall’intreccio esclusivo interamente realizzato a mano.

New York Soleil è il risultato di un’accurata ricerca sui materiali che rimanda all’unicità del progetto. Corde nautiche intrecciate di diverse nuances ricamano con leggerezza la struttura in tondino di metallo verniciato con trattamento per esterni.

Open space per la zona giorno: ecco tutti i vantaggi

Fra le tendenze più gettonate del momento, che ha fatto più discutere negli ultimi anni, c’è sicuramente l’open space. Come suggerisce il nome stesso, l’open space non prevede la presenza dei tradizionali muri per suddividere l’ambiente: le pareti vengono eliminate e, al loro posto, vengono utilizzati divisori di altro tipo, che però non vanno a intaccare la continuità dell’abitazione.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di questa soluzione e quali sono i passi da fare per crearne uno? Scopriamolo insieme.

Luminosità, continuità e comfort

Uno dei vantaggi più noti dell’open space è la maggiore luminosità creata all’interno dell’abitazione: che si tratti di luce naturale o artificiale, l’assenza di pareti consente una propagazione ottimale, senza alcun ostacolo.

Il fatto che non ci siano muri divisori, poi, rende gli ambienti decisamente più ampi e spaziosi, con tutte le conseguenze positive del caso; per questi motivi è particolarmente indicato per le abitazioni di dimensioni ridotte, ma in questo caso sarà necessario porre la massima attenzione all’arredamento, che dovrà avere delle linee minimaliste. L’open space, inoltre, rende “comunicanti” i vari ambienti della casa, eliminando i problemi relativi alla capienza e creando una piacevole sensazione di continuità.

Quando è meglio evitare l’open space?

L’open space è la soluzione ottimale per coppie o famiglie che hanno uno stile di vita simile e senza particolari esigenze di privacy. L’assenza di separazione tra gli ambienti, infatti, potrebbe essere perfetta per una coppia, ma non per una famiglia numerosa, con orari e abitudini diverse. Per questo è consigliabile evitare l’open space se si hanno figli adolescenti, che potrebbero soffrire della mancanza di privacy per motivi legati allo studio o allo svago.

Un altro svantaggio è legato agli odori provenienti dalla cucina: in assenza di pareti e porte che separano un ambiente dall’altro, è inevitabile che questi si espandano in tutta l’abitazione.

Costi

I principali problemi da affrontare quando si vuole creare un open space sono legati all’aspetto economico: quanto costeranno i lavori nel complesso? Tutto dipende dagli interventi desiderati: se l’abbattimento di un muro può costare relativamente poco, è sempre necessario prendere in considerazione eventuali altri interventi da effettuare per migliorare l’aspetto complessivo dell’ambiente.

tavolo

Arredare con i colori pastello

Quando parliamo di colori pastello, ci riferiamo alle tinte tenui e delicate, molto bon ton, che suscitano romanticismo, allegria, ma anche comfort e relax. Rosa confetto, azzurro carta da zucchero, giallo paglierino, verde menta, lilla provenzale; i colori pastello, oltre ad essersi affermati pienamente nel campo della moda, continuano ad avere sempre più spazio anche nei complementi e nell’arredo di casa.

Se arredare casa può rivelarsi un’attività impegnativa, una valida alternativa per renderla più piacevole, è esprimere la propria creatività rendendola più originale; un’ottima occasione per utilizzare le tonalità pastello!

Come arredare casa con i colori pastello

Ecco alcuni semplici consigli da seguire per ottenere un arredamento color pastello equilibrato per la propria casa. La tecnica perfetta consiste nell’abbinare i toni tenui del color pastello a tonalità accese e saturate, per creare appunto un giusto contrasto. Questi accostamenti eviteranno di ottenere un eccesso di complementi color pastello, che alla lunga possono stancare e dare l’effetto di una casa molto “bomboniera”.

Se la scelta del color pastello ricadrà sulle pareti della stanza, il consiglio è quello di abbinare mobili in legno o bianchi, accostati a palette di colori morbidi e leggeri, che renderanno la stanza più luminosa ed accogliente.

Arredare il salotto con i colori pastello

Il salotto è una delle stanze più gettonate da adornare con elementi d’arredo in tonalità pastello, e non solo. Dipingendo una parete della sala con colori tenui, come il rosa, il grigio o l’azzurro, magari con un taglio geometrico, otterrete la giusta base di partenza per poi adornare tutto il resto.

Per mantenere l’ambiente in armonia, potreste poi arricchire il salotto con elementi che riprendono le nuances della parete, come un cuscino, un tappeto, il copridivano, un vaso, una lampada o un tavolino, saranno scelte perfette da accostare senza eccedere con i colori pastello.

Arredare la cucina con i colori pastello

Per un’ambiente importante come la cucina, la scelta più indicata è concentrare le tonalità pastello sugli utensili o in piccoli dettagli. Quindi piani cottura scuri in contrasto ai colori tenui se la cucina è color pastello, utensili color pastello se la cucina è in legno o in tonalità scure.

La possibilità di spaziare è davvero infinita, dalle posate alle tovaglie, dai tovaglioli ai mestoli, dalle pentole al frigorifero.

Arredare la camera dei bambini con i colori pastello

La stanza in cui vi potrete sbizzarrire di più, perfetta da arredare con colori pastello, è indubbiamente la camera dei bambini. Finché i bambini sono piccoli, una cameretta con colori tenui e delicati sarà l’ideale per creare un’ambiente simpatico e adatto all’età.

Se col tempo vi accorgerete di aver arredato eccessivamente la stanza con elementi pastello, basterà ridipingere le pareti e sostituire qualche mobile. È sempre meglio concentrare le tonalità pastello su piccoli elementi, come un tavolino, una sedia, un portaoggetti, una lampada o la scrivania; meglio evitare l’acquisto di grandi elementi come armadi o strutture letto, che si potrebbero rivelare scelte da modificare piuttosto impegnative nel futuro.

divano

Arredare la casa con i tessuti nature

Se pensiamo all’estate si ha sempre più voglia di stare all’aria aperta, godersi le lunghe giornate di sole e vivere immersi nella natura. Quanto vi piacerebbe portare un po’ di natura nelle vostre case? Semplice! Puoi farlo con i tessuti di arredamento a tema nature.

Belli, versatili e sempre più̀ alla moda, i tessuti per arredamento sono indispensabili per personalizzare, rinnovare o addirittura rivoluzionare uno o più ambienti della casa. Mai come adesso sono di grande tendenza i tessuti a tema nature: con stampe floreali, disegni stilizzati di foglie in stile tropicale, frutti e persino insetti, uccelli e scimmie. Senza dubbio la tendenza nell’home decor per la stagione estiva è proprio lo stile green.

Ecco 3 consigli per rendere la tua casa green

  • Le piante in tessuto

Quanto arredano le piante in una casa? Molto! Quanto impegno richiedono? Ancora di più! Belle ed originali le piante grasse realizzate in tessuto vengono in soccorso a chi non ha il pollice verde o ha poco tempo da dedicare al giardinaggio. Sono dei complementi d’arredo che daranno subito un tocco green al vostro living e non solo.

  • Rivestimenti in fantasie green

Gli inglesi lo chiamano soft furnishing: l’arte di cambiare aspetto alla casa senza spendere una fortuna; ovvero come arredare con i tessuti usandoli sui divani e scegliendo di volta in volta rivestimenti in materiali e colori più adatti al momento.

Spesso sottovalutati i cuscini sono un complemento d’arredo che può fare la differenza in un ambiente: lo rende accogliente, confortevole e se scelti con gusto doneranno un tocco originale ai vostri divani e alle vostre poltrone. Possono essere abbinati alla fantasia del divano o della poltrona per un effetto estroso ed eccessivo, o a fantasia su un rivestimento monocratico per una scelta più soft ed elegante.

Con i tessuti d’ispirazione green c’è l’imbarazzo della scelta. Potete optare per fantasie tropicali con foglie, stampe con cactus che ormai si ripropongono da diversi anni e fantasie a tema giungla; queste sono solo alcune delle proposte della stagione.

Il consiglio, se si vuole andare sul sicuro, è quello di optare per una scelta da applicare a tutte le stanze della casa. Se scegliete il tema foglie, ad esempio, utilizzatelo per tutti gli ambienti di casa, possibilmente in contrasto con tessuti a tinta unita. Potreste creare dei cuscini con fantasia a foglie da utilizzare su un divano color crema e riproporre la stessa fantasia sui tendaggi della vostra camera: sarà un richiamo interessante che renderà l’ambiente vivace ma con stile.

  • Tende e tendaggi

Indispensabili per arredare ciascun ambiente della casa sono le tende: che siano tendoni da esterno, tendine da interni o tende da doccia è importante sceglierle con stile e pensate per l’ambiente che dovranno abitare.

Anche loro fanno la differenza e trasformano con poco le stanze della casa. Posso essere sostituite sovente per cambiare look al proprio appartamento. Per le tende vale lo stesso discorso dei rivestimenti, mantenete la stessa fantasia per i diversi ambienti della vostra abitazione e ponetele in contrasto con tessuti monocromatici. Se proprio volete osare e abbinare più fantasie il rischio di esagerare è dietro l’angolo, pertanto fate attenzione alle vostre scelte per evitare l’effetto shock.

Come arredare un monolocale sfruttando gli spazi

Quante volte ci lamentiamo della mancanza di spazio a casa, o cerchiamo soluzioni alternative per stipare al meglio le proprie cose conservando comunque una metratura vivibile dell’abitazione?

Questo può sembrare molto difficile in un monolocale che, come sappiamo, è una tipologia di abitazione che coniuga la zona giorno con la zona notte in un unico ambiente e che rischia di diventare piuttosto caotico se non gestito sfruttando al massimo lo spazio disponibile. Un monolocale, infatti, è una casa bellissima e funzionale se arredata con la giusta disposizione degli spazi, senza che nessuna delle due funzioni prenda il sopravvento sull’altra.

Angolo cottura

Iniziando dall’angolo cottura, in un monolocale è consigliabile avere un frigo non troppo grande per porre sopra lo stesso un pensile, dove riporre i cibi a lunga conservazione, come lo scatolame, oppure le scorte di prodotti igienici per la casa.

Lo spazio sopra il frigo, infatti, raramente viene sfruttato ed è invece utilissimo per riporre le cose che non vengono sempre utilizzate e che quindi possono essere conservate in un posto anche relativamente più complicato da raggiungere.

Il piano cottura, il piano di lavoro e il lavello possono occupare anche un’intera parete, poiché sono elementi molto utili in una casa così piccola. Sconsigliabile invece è l’utilizzo di uno scolapiatti da appoggio: che toglierebbe spazio accanto al lavello. Piuttosto è consigliabile dotarsi di un pensile con ante, non eccessivamente grande ma nemmeno troppo piccolo, che aiuta ad avere il piano sempre a disposizione.

Al di sopra del piano cottura e del piano di lavoro è consigliabile apporre mensole e pensili, con sportelli apribili verso l’alto per dare un senso di prospettiva sviluppata in altezza, e quindi di maggior ampiezza al modulo cucina. Il colore dei mobili non deve essere troppo acceso per non creare attrazione visiva verso l’angolo cottura, con il rischio di monopolizzare l’attenzione in un ambiente di già ridotto.

Un tavolo di ridotte dimensioni e dai colori tenui è la soluzione ideale come momento pranzo all’interno di un monolocale.

Zona giorno e zona notte

Per quanto riguarda il letto, ci sono due possibilità: per monolocali che constano di un unico ambiente, a pianta quadrata o rettangolare, non c’è scelta migliore di quella di dotarsi di un buon divano letto, per ottimizzare al massimo l’integrazione tra la zona giorno e la zona notte dando al vostro appartamento un aspetto ordinato.

Se invece lo spazio prevede una minima separazione tra zona giorno e notte, con una metratura più ampia, si può pensare anche a un letto matrimoniale, collocato nella zona opposta rispetto alla cucina. Utile è anche separare la zona notte da quella giorno con una libreria senza fondale, aperta su entrambi i lati. Questo non permette una vera e propria differenziazione di ambienti, ma la zona notte rimane più riservata.

Un divano biposto o delle comode poltrone con un piccolo tavolino completano la zona giorno. L’armadio è molto importante, poiché bisogna far stare molte cose in uno spazio esiguo. Per questo, ove è possibile, è bene dotarsi di un armadio quattro stagioni con ante scorrevoli che non rubino lo spazio nell’apertura.

Eventualmente si può pensare a un soppalco, con mensole nella parte alta della stanza dove riporre gli oggetti più ingombranti (valigie o coperte invernali). Per i monolocali mansardati, invece, si può pensare anche ad una scaffalatura su misura che sfrutti lo spazio triangolare sotto il soffitto.

Infine, anche l’arredo del bagno è fondamentale: in questo caso è meglio optare per un box doccia, magari angolare e su misura, e una corretta disposizione di pensili e mensole dove riporre gli oggetti.