fbpx

Articles by: Data

PROGETTO STUDIO LEGALE

L’ambiente di lavoro è quel luogo che viviamo di più oltre alla nostra abitazione e proprio per questo il cliente ha richiesto per il suo studio professionale lo stesso “sapore di casa” dove poter accogliere le persone in un ambiente raccolto e intimo.

Ed in questo articolo noi di Chierichetti vogliamo parlarti proprio di questo partendo proprio da un nostro progetto pensato e studiato nei dettagli per rendere davvero raffinato uno studio legale.

Arredare uno studio legale si sa, non è solo scegliere una scrivania e delle sedute; è un lavoro che va ben oltre e che necessita innanzitutto di attenzione ai dettagli e cura dell’arredamento, questo perché i clienti dovranno trattare argomenti spinosi e importanti, quindi è fondamentale che l’ambiente li rassicuri e li metta a proprio agio.

Quindi, bisogna si creare un’atmosfera professionale ma che sia allo stesso tempo accogliente. Seguendo alcuni accorgimenti, in base allo stile d’arredamento scelto (classico, moderno o contemporaneo) è possibile ottenere un risultato efficace.

Scopri il nostro progetto

Come ti sarà facile notare, in questo nostro progetto, lo spazio operativo è funzionale, ma abbiamo pensato di ammorbidire dei tratti grazie all’utilizzo di alcune poltroncine di design per la zona d’attesa, ma non solo: anche le rifiniture in cuoio e legno naturale ed i punti luce, veri e propri oggetti decorativi, giocano il loro ruolo!

Come sempre noi di Chierichetti, anche per la realizzazione di questo progetto siamo partiti dalla piantina e dalla scelta di accostamenti tra colori, rifiniture e tessuti. Ma vediamolo bene in dettaglio.

Raffinata legislatura

L’eleganza architettonica di questo spazio, adibito ad uso professionale, viene esaltata dagli arredi tecnici e moderni che si fondono ai particolari caldi dei materiali utilizzati all’interno degli spazi, come cuoio e legno naturale.

Inoltre, i tessuti a schermare, le vetrate e gli elementi illuminanti, veri e propri oggetti decorativi, conferiscono all’ambiente quel “sapore di casa” che il committente pone come base di partenza per accogliere il cliente nel suo spazio lavorativo.

Lo studio, il cuore pulsante, dove il cliente viene successivamente accompagnato trasmuta i sui caratteri e tutto ciò che è necessario si plasma in linee casa: la scrivania si trasmuta in tavolo, le sedie in poltroncine, gli scaffali in libreria, il contenimento in madia e l’illuminazione si fonde tra tecnico ed emozionale per rispondere a tutte le esigenze.

Il valore casa si estende così fino a trasmette i suoi caratteri peculiari nella sua massima espansione.

PROGETTO SPAZIO LIVING

Noi di Chierichetti vogliamo sempre il massimo per il cliente che decide di sceglierci e facciamo di tutto per ottenerlo, proprio come dimostra questo nostro progetto spazio living, dove la semplicità delle linee pulite e delle superfici neutre si fonde in modo armonico con gli elementi decorativi di questo living che abbiamo recentemente progettato e arredato.

Per questo spazio infatti, noi di Chierichetti abbiamo pensato di dare continuità visiva anche grazie alla fusione tra zona cucina e zona giorno, unite da una porta a battente a scomparsa trattata in modo uniforme con la stessa finitura dei mobili. Inoltre le linee semplici e i colori neutri permettono di esaltare i complementi e le decorazioni che non passano inosservati; mentre il verde e il nero donano carattere e il giusto equilibrio cromatico.

Scopri il nostro progetto

Nel progetto Spazio Living la semplicità delle linee pulite e le superfici neutre si fondono con le scelte decorative creando armonia fra gli elementi. Quindi se ti stai chiedendo qual è la particolarità di questo spazio, devi sapere assolutamente che risiede nella fusione della zona colonne della cucina con la zona giorno, unite da una porta battente a scomparsa, le cui superfici sono trattate in modo uniforme con la stessa finitura.

Si, hai capito bene: è proprio la fusione di diversi elementi che permette di lasciare spazio alla continuità visiva creando unicità tra le superfici che diventano un tutt’uno; solo così gli arredi prendono vita e risaltano attraverso i materiali che li compongono e il valore aggiunto della pulizia delle linee permette di esaltare i complementi e le decorazioni che non passano inosservati.

In questo progetto quindi, le esigenze pratiche si fondono con l’estetica e il progetto stesso offre di usufruire al massimo degli spazi per creare il maggior contenimento possibile, ove, la cucina, seppur in uno spazio modesto, espande il suo contenimento senza lasciare spazi inutilizzati e integrandosi perfettamente con l’ambiente living.

Infine, il colore verde prende il giusto spazio dalla semplicità dei colori neutri di fondo donando il giusto equilibrio cromatico. Il colore nero, con il suo carattere predominante, dona agli arredi carattere e forza ove è necessario e la leggerezza del piano cucina, che, come una lama che si protrae nello spazio, permette al tavolo di predominare attraverso il calore, la forza e il valore intrinseco del legno.

Ogni scelta si sussegue all’altra in una danza continua senza inizio né fine.

PROGETTO CUCINA CLIENTE A TUTT’ALTEZZA

Sappiamo quanto la cucina sia il cuore della casa, soprattutto per coloro che amano cucinare con passione: in questi casi il desiderio frequente è quello di avere a disposizione ampi spazi per dispense, frigoriferi e congelatori dove riporre e conservare tutti gli ingredienti per i propri piatti.

Non hai capito ancora di cosa si tratta? Noi di Chierichetti in questo articolo vogliamo parlarti delle cucine “a tutta altezza”. Quindi se vuoi saperne di più, ti consigliamo di proseguire nella lettura.

Cucina a tutta altezza: una soluzione, molti benefici

Lo abbiamo detto all’inizio che la cucina è uno degli ambienti del “cuore” ed in quanto tale vorremmo che fosse il più grande possibile. Sappiamo però che non sempre è possibile, ed ecco che in nostro aiuto arrivano le cucine a tutta altezza, ovvero dotate di mobili appunto a tutta altezza, alti fino al soffitto, che vanno ad assolvere alla necessità dettata dalla mancanza di spazio e dal bisogno di ottimizzare l’utilizzo della stanza.

Quindi, una cucina a tutta altezza si rivela essere ideale per arredare dei soggiorni piccoli, o nei casi in cui si vuole ricavare una seconda cucina da uno spazio aperto, come per esempio un rustico o una mansarda.

Ma non solo! Infatti puoi decidere di installare una cucina a tutta altezza anche in uno spazio domestico molto grande, come nel caso di una zona giorno aperta. In questo caso, la scelta non è tanto dettata dalla necessità di ricavare più spazi in cui riporre pentole e stoviglie, ma dalla volontà di creare un arredo che appaia lineare e nel quale non ci siano interruzioni che rovinino la visione d’insieme. Nel caso delle cucine a tutta altezza inserite in un openspace, è importante considerare l’ambiente circostante e definire un arredo che sia il più coerente possibile con quello della zona living.

Ma quindi, quali sono i vantaggi delle cucine a tutta altezza?

Scegliere una cucina a tutta altezza può avere dei benefici sia dal punto di vista estetico sia da quello funzionale. Scegliere mobili della cucina che arrivano fino al soffitto, significa dare un vero e proprio colpo d’occhio, specialmente se si è scelto un arredo dalle linee sobrie ed eleganti.

Una cucina a tutta altezza risulta naturalmente sofisticata ed è una soluzione versatile. Si tratta di una tipologia di arredo in grado di far risaltare la bellezza dei mobili in una cucina ampia e spaziosa, ma è ideale anche quando si deve arredare una cucina di dimensioni ridotte e si ha bisogno di sfruttare al massimo tutto lo spazio a disposizione.

Ricavare dello spazio di immagazzinaggio extra, tra l’altezza standard dei pensili e il soffitto, può aiutare a mantenere in ordine la cucina. Può cioè offrire lo spazio per riporre pentole e utensili vari, magari destinando agli spazi più alti gli oggetti usati con minore frequenza.

Inoltre scegliere mobili della cucina alti fino al soffitto ha dei vantaggi anche dal punto di vista pratico, specialmente per la pulizia. Dal momento che nelle cucine a tutta altezza la parte superiore dei pensili tocca il soffitto, non vi si depositano polvere e sporcizia. Si ha quindi una superficie in meno da pulire.

Il nostro progetto

Come dimostra chiaramente un nostro progetto, il desiderio di funzionalità può coincidere anche con l’eleganza e l’ordine: qui, infatti, le ante a tutta altezza donano un effetto omogeneo alla cucina e nascondono alcuni elettrodomestici per un effetto minimal.

In questo caso, il vero protagonista di questa cucina è il Larice Termocotto ovvero una finitura nuova con una colorazione “materica” che evidenzia la venatura del legno e che aggiunge un elemento di carattere e personalità all’ambiente. Sicuramente è una scelta di stile molto particolare.

Ristrutturazione casa

In questo articolo noi di Chierichetti vogliamo parlarti di ristrutturazione casa, quindi se sei curioso di conoscere la nostra filosofia e come lavoriamo, non ti rimane che continuare con la lettura.

Ristrutturare casa è un’attività che può permettervi di aumentare il valore del vostro immobile e di adattarlo alle vostre esigenze ed ai vostri gusti personali. Tutto questo con un notevole risparmio economico rispetto all’acquisto di un nuovo appartamento

Iniziamo subito col dirti che per noi di Chierichetti il concetto di ristrutturazione si sposa alla perfezione con l’idea di realizzazione ed innovazione. E non sono due termini posti a caso. Devi sapere infatti che il processo creativo arriva alla sua concretizzazione attraverso la vera esecuzione che parte dal cantiere sia sulle nuove costruzioni ma anche sulle ristrutturazioni di abitazioni già esistenti.

Per noi infatti la fase tangibile del cambiamento è sempre il risultato di un percorso importante. Quindi se ti stai chiedendo come lavoriamo, devi sapere che da noi di Chierichetti, tutte le scelte fatte prendono vita seguendo un iter preciso, ovvero attraverso:

  • Il progetto;
  • I disegni tecnici;
  • Il lavoro delle maestranze;
  • Il tutto ovviamente concorre a realizzare l’obiettivo finale.

Per noi di Chierichetti, come avrai ben potuto intuire, il cliente è importante, ragion per cui vogliamo la sua totale soddisfazione. Ecco perché la nostra filosofia vede la casa prendere vita nella creazione degli spazi, ma anche nella realizzazione degli impianti e nella posa dei materiali, perché solo così facendo si realizza il nuovo, ed altre volte si demolisce il vecchio per lasciare spazio al nuovo.

Ecco cosa possiamo fare per te

Devi sapere che da noi di Chierichetti, la gestione avviene a 360°. Questo perché ogni fase del cantiere viene seguita e monitorata, e tutte le scelte seguono quel percorso che, da creativo si trasforma in tecnico, organizzativo, pratico.

Il processo creativo arriva alla sua concretizzazione attraverso la vera esecuzione:

  • Cantiere nuove costruzioni o ristrutturazioni di abitazioni esistenti, la fase tangibile del cambiamento è sempre il risultato di un percorso importante;
  • Tutte le scelte fatte prendono vita e, attraverso il progetto, i disegni tecnici, il lavoro delle maestranze si concorre a realizzare l’obiettivo finale;
  • La casa prende vita nella creazione degli spazi, nella realizzazione degli impianti, nella posa dei materiali, si realizza il nuovo, si demolisce il vecchio che lascia spazio al nuovo;
  • La gestione avviene a 360°, ogni fase del cantiere viene seguita, monitorata e tutte le scelte seguono quel percorso che, da creativo si trasforma in tecnico, organizzativo, pratico. Demolire il vecchio per lasciar spazio al nuovo.

I punti focali sui quali si basa la nostra preparazione sono:

  • Planning completo;
  • Sopralluogo;
  • Progettazione design interno;
  • Gestione pratiche edilizie per Italia;
  • Gestione fornitori (muratori, elettricisti);
  • Gestione del cantiere;
  • Gestione impiantistica;
  • Fornitura arredo.

Inoltre noi di Chierichetti siamo in grado di offrirti tanti altri servizi, tra i quali:

  • Progettazione d’interni;

Il tutto è pensato e studiato fin nei minimi dettagli per ottenere il massimo e garantirti un prodotto finale senza eguali. Per qualsiasi informazione non esitare a contattarci.

 

Ordine e Armonia

L’ordine si sa, migliora lo stato d’animo ed è spesso garanzia di benessere e tranquillità. Ed è proprio vero! Infatti l’idea che l’ordine possa migliorare lo stato d’animo è concreta e reale, ed è proprio per questo che noi di Chierichetti in questo articolo andremo a capire come raggiungerlo.

Diciamocelo chiaramente: non sempre è compito facile, ma nemmeno impossibile, senza dire che i vantaggi dell’ordine sono molti e basteranno davvero poche azioni per poterne godere in ufficio, a casa o in qualsiasi ambito della vita.

Le parole chiave sono due: odine ed armonia, al quale si aggiunge anche un altro punto importante, sempre legato all’ordine e alla pulizia, ovvero la sensazione che scaturisce. Già, proprio così, e di certo te ne sarai accorto anche tu e avrai di quella piacevolissima sensazione di piacere che si prova quando ci si muove all’interno di spazi ordinati e puliti. E se ti stai chiedendo qual è il peggior nemico del relax, noi di Chierichetti siamo qui per darti la risposta: il disordine, ovvero un elemento di disturbo e che porta le persone ad allontanarsi dalla propria abitazione pur di non vivere nel caos.

Inoltre devi sapere che ordine e la pulizia riducono in maniera significativa l’ansia e aiutano a chiarire i pensieri. Inoltre, sono elementi indispensabili per una vita sana, dato che un ambiente ordinato e pulito può proteggerci da malattie che colpiscono soprattutto i più deboli.

Quando si mette a posto la casa, spesso spuntano oggetti che pensavamo di aver perso, ma che erano solo nascosti. L’ideale è quindi dedicarsi all’ordine giornalmente, così da evitare qualsiasi contrattempo, soprattutto nei giorni in cui siamo più indaffarati e in cui potremmo risentire di una grande perdita di tempo.

Ma tutto ciò non basta: anche forme e colori non sono assolutamente da trascurare! Ecco perché la scelta delle forme e dei colori è così importante: le prime devono essere morbide e lineari senza particolari decori, l’occhio deve viaggiare libero nello spazio senza trovare ostacoli, i colori devono trasmettere tranquillità, gioia e positività.

Il nostro consiglio quindi è quello di scegliere colori che trasmettono sensazioni di gioia e relax, come ad esempio Very Peri, un mix tra un blu pervinca (calma) e l’energia del rosso, mentre per quanto riguarda i materiali lasciamo spazio alla natura, quindi via libera a materiali come legno e pietra; infine, non dimentichiamoci di decorare con l’aiuto di piante vere e proprie dispensatrici di benessere.

Ritorno all’essenziale

E se ti dicessimo ritorno all’essenziale, a te cosa viene in mente? Bella domanda eh! No, non siamo usciti fuori di senno, ma al contrario noi di Chierichetti in questo articolo vogliamo proprio parlarti di questo concetto, ovviamente riferito al mondo dell’arredamento.

Stiamo parlando del decluttering, ed insieme vedremo come applicarlo per riordinare casa.

Decluttering: conosciamolo meglio

Noi di Chierichetti abbiamo pensato, prima di capire come applicare il decluttering in casa, di cercare di spiegare cosa significa decluttering; iniziamo dicendoti che è un termine inglese che vuol dire fare spazio, eliminare gli ingombri.

Quindi, riferito alla nostra casa, con il decluttering andiamo a disfarci di ciò che non serve per ritrovare un luogo più funzionale e organizzato, ma non solo: utilizzare questa pratica apporta anche dei risvolti positivi a livello psicologico. Lo avresti mai detto?

Decluttering, però, non significa buttare via tutto: questa tecnica, infatti, presuppone un’attenta valutazione degli oggetti per capire di cosa è necessario disfarsi e di cosa no. Di seguito troverai alcuni suggerimenti per il decluttering della casa. La prima cosa da fare è iniziare gradualmente. Si, perché se stai pensando di completare il decluttering della casa in un solo giorno sappi che non è un’impresa semplice e che al contrario rischia di demotivarti già in partenza. Quindi, affronta il tutto con più serenità, e inizia passo per passo.

Lo step successivo è capire se un oggetto è da scartare; facile a dirsi ma non a farsi! Per capire che sorte riservare a un vestito, a un soprammobile o a un vecchio libro, è importante porsi alcune domande come: “l’ho mai utilizzato?”, “mi è ancora utile?”, “mi regala emozioni positive?”. Dalle risposte, capirai cosa eliminare e cosa tenere.

Infine applica il metodo delle quattro scatole; non lo conosci? Bene, devi sapere che si tratta di un metodo molto semplice e per metterlo in pratica, ti basterà trovare quattro contenitori e destinare ognuno di essi a uno scopo differente, ad esempio: il primo agli oggetti da conservare, il secondo a quelli da vendere/regalare, il terzo alle cose che necessitano di riparazioni e il quarto a tutto ciò che va nella raccolta differenziata. Come puoi notare, oltre a eliminare il superfluo, il decluttering permette di dare nuova vita a quello che non adoperiamo più, cedendolo a chi ne ha più bisogno.

In conclusione quindi il decluttering della casa è indubbiamente un lavoro impegnativo ma, se suddiviso in piccole sessioni programmate, saprà essere utile e soddisfacente! Inoltre, può essere un’abitudine valida anche per tenere più in ordine la stanza dei bambini ed educarli a lasciare andare gli oggetti e i giocattoli che non usano più.

Homefullness

Ormai si sa bene, viviamo in una società in continua evoluzione; e questo perenne movimento investe davvero tutti gli ambiti della nostra vita. A tal proposito, noi di Chierichetti, vogliamo parlarti di Homefullness. Se non ne hai mai sentito parlare ovviamente, non c’è nessun problema: ti basterà proseguire nella lettura.

Come dicevamo prima, negli ultimi anni la nostra casa si è trasformata in un ambiente multifunzionale, ma non solo: è diventata il vero fulcro della vita, ed è facile intuirlo: è diventata un ufficio per chi lavora in smart working, ma anche una palestra per chi ha voglia di allenarsi, ed ancora un ambiente didattico per chi studia impegnati nella DAD e video lezioni varie.  Un elenco che potremmo continuare all’infinito. Ed è proprio per tutti questi motivi, che è diventato cruciale creare uno spazio casalingo adatto per il benessere fisico e mentale. Ma quali sono i requisiti necessari per ricreare un ambiente piacevole e ricco di benessere? Vediamoli assieme!

Homefullness: piacere di conoscerti!

Quando si parla di Homefullness, facciamo riferimento alla perfezione, che come ben sappiamo è una delle sensazioni umane più belle al mondo; se proviamo quindi a proiettare questo concetto nel modo dell’arredamento, potremmo tradurlo subito in “tornare a casa e rilassarsi”. Un po’ come la Mindfullness quindi, da cui trae ispirazione.

Ebbene si, non c’è niente di più bello al mondo che trovarci all’interno di una casa che ci regala nell’immediato una sensazione di sollievo e piacere: in poche parole quindi, capace di farci stare bene. Questa tendenza quindi, incarna al meglio il concetto delle sensazioni legate allo spazio circostante, da trasformare con le proprie mani per sentirlo proprio.

La prima cosa da fare quini per raggiungere questo stato di benessere è quello di mantenere la casa ordinata. Si, sembra banale ma rientrare in uno spazio disordinato o dove c’è un arredo non armonioso fa scomparire la sensazione di piacere e sollievo e altera la serenità.

Altra cosa da non fare assolutamente è evitare di è riempire la casa di mobili. Il concetto di arredare viene unificato con quello di semplicità, binomio perfetto per trasmettere armonia e relax. Una casa pulita e arredata nel modo giusto ha l’effetto di produrre una maggiore sensazione di piacere.

Ma non solo: altro punto che gioca a favore è scegliere bene le forme degli arredi: ebbene si, via libera a mobili dalle forme morbide, che infondono calma negli spazi; inoltre ricordiamoci di non trascurare la scelta dei tessuti e materiali, cercando di preferire quelli naturali per creare un ambiente più accogliente e rilassante.

E dulcis i fundo, non dimentichiamo di aggiungere nello spazio le piante che contribuiscono a portare colore e allegria, e rendono l’atmosfera più piacevole. In conclusione noi di Chierichetti possiamo affermare che i vantaggi di abitare in una casa che invita al relax si ripercuotono sul carattere della persona in modo positivo e trovare l’ambiente ideale per riposarsi aiuta a vivere meglio.

MY TAOS

Una casa da vivere

Se pensiamo alla nostra casa, subito ci viene in mente il posto più bello del mondo! Ed è tanto vero. Ed è proprio questo il motivo per cui, al momento di arredarla, facciamo molta fatica; si, perché vogliamo che ogni ambiente sia perfetto, e che si adatti perfettamente alle nostre esigenze, al nostro stile ed al nostro modo di vivere.

Ecco perché in questo articolo, noi di Chierichetti abbiamo pensato di darti dei piccoli spunti e idee sulle tendenze ambienti di questo 2023. Quindi se anche tu sei alla ricerca di qualche idea, ti consigliamo di continuare la lettura.

Casa dolce casa: ad ogni spazio il suo arredo

La tendenza casa di questo 2023, la vede diventare un ambiente vissuto, caratterizzata da spazi liberi e atmosfere conviviali all’insegna del comfort. È bene dire anche che una attenzione particolare è data all’ambiente che si sposa con la creatività.

Ma vediamo quali sono le proposte per ogni ambiente. La zona giorno del 2023 è spaziosa, accogliente e rilassante, vero punto focale della casa. L’elemento naturale viene declinato non solo con piante, fiori e piante stabilizzate, a ricreare una vera e propria giungla urbana, ma anche con carta da parati dai richiami esotici.

Il divano, grande e accogliente, diventa l’elemento principale della zona living, accostato a librerie sospese o fatte con materiali riciclati. Le tendenze arredamento dell’anno sposano le idee di rilassamento e innovazione. Immancabile per il prossimo anno la cucina con isola o con penisola, capace di unire più ambienti e permettendoci di vivere la quotidianità e la convivialità con molto più spazio a disposizione.

Per quanto riguarda lo stile, ritroviamo la componente minimal ma anche un arredo dai richiami industriali, abbinato a materiali come bronzo, rame e acciaio ma anche al vetro. Funzionalità e armonia, queste le parole chiave per le tendenze arredamento 2023 bagno: legno, pietra e cotto levigato sono i materiali più in voga, accostati a colori che richiamano la natura come il verde, ma anche il marrone e il beige.

L’elemento naturale viene declinato anche nella scelta di piante da bagno, perfette sia per arredare che per riportarci con la mente ad atmosfere primordiali.

Ricapitolando quindi, potremmo dire che: il soggiorno è il fulcro centrale dell’abitazione, il giusto spazio per le attività compreso lo smart working. In cucina la parola d’ordine è convivialità e informalità, niente più separazioni nette tra il soggiorno e cucina ma ambienti sempre più vicini magari grazie a soluzioni d’arredo come isole o penisole. Per la zona notte colori morbidi e arredi con linee più sofisticate per creare atmosfere rilassanti, mescolando tessuti grezzi in colori naturali a richiamare le magiche suggestioni della campagna. In bagno via alla creatività con mix di elementi naturali come legno, pietra e vetro, colori più usati il verde e il blu ideali per ricreare atmosfere rilassanti che ispirano sensazioni di benessere molto piacevoli.

Gli stili d’arredamento: conoscerli e sceglierli

E tu, di che stile di arredamento sei? Noi di Chierichetti vogliamo farti questa domanda, perché sappiamo bene che scegliere lo stile di arredamento per la casa non è sempre facile, neppure per i più appassionati di arredamento. Ed è proprio per questo che in questo articolo vogliamo parlarti di alcuni stili di arredamento, sperando tu possa scorgere tra essi quello più vicino a te!

Stili d’arredamento: conosciamoli da vicino

  • Minimalismo: devi sapere che non è solo un modo per arredare, ma è un vero e proprio stile di vita, che nasce dall’arte ed è il frutto di una ribellione di alcuni artisti a spazi disordinati, colori forti e accesi tipici della pop art. In questo stile viene rimosso il superfluo eliminando gli elementi di distrazione, ed è caratterizzato da forme dritte, semplici e colori neutri molto chiari, come i bianchi grigi, ma anche da materiali leggeri e naturali. In breve, la parola d’ordine è solo l’essenziale, massima pulizia, creare spazio;

 

  • Industriale: si tratta di uno stile inconfondibile, caratterizzato da mattoni a vista, pavimenti e pareti in cemento, ma anche elementi in metallo che fanno da richiamo alle vecchie fabbriche. Uno stile che nasce nella New York degli anni 50 con il recupero di spazi dismessi e chiusi da anni, è caratterizzato da pavimenti in cemento, travi e tubi a vista e muri grezzi, tutte cose tipiche delle case in stile industriale. Spariscono quindi i colori accesi per lasciare spazio ai grigi, neri, blu scuri ma anche rossi e color ruggine. Per quanto riguarda i materiali utilizzati, per la maggior parte sono cemento e mattoni a vista abbinati a legno, metallo e pelli e l’illuminazione è caratterizzata da lampade a sospensione anche vistose e dove è possibile, grandi vetrate;

 

  • Contemporaneo: i suoi tratti principali sono linee essenziali e colori neutri, senza creare però un ambiente freddo e inospitale, ma al contrario ordinato e all’avanguardia, comodo, caldo e di design. Si tratta di uno stile fatto di colori chiari e luminosi, linee pulite e geometriche e materiali di pregio, moderni e innovativi, dove prevale la ricerca e l’utilizzo delle ultime avanguardie tecnologiche; non solo quindi una casa smart home, ma l’attenzione è proprio sui materiali innovativi usati per i rivestimenti con l’inserimento intelligente e coerente delle tecnologie di ultima generazione. Insomma, uno stile che mescola elementi e materiali e più tradizionali con accessori, complementi e materiali innovativi;

 

  • Vintage: si tratta di uno stile unico nel suo saper raccontare la storia di coloro che abitano la casa vintage, attraverso accessori e complementi d’arredo caratterizzanti che richiamano il passato. Il termine vintage deriva dal francese e fa riferimento ai vini prodotti nelle annate migliori, è così che con il tempo diventa un sinonimo dell’espressione d’annata adattandosi ad altri contesti come la moda le auto e anche l’arredamento. Quindi per arredare in stile vintage è importante attingere al passato prendendo ispirazione dei diversi decenni del secolo scorso;

 

  • Scandinavo: è uno stile molto apprezzato, capace di catapultarti in un’atmosfera di ordine, accoglienza e familiarità, e questo grazie ai principi nordici di protezione, sostenibilità e felicità. Prende forma dal design di prodotto nordico che ha rivoluzionato il mondo del design moderno, una tendenza che portò nei paesi scandinavi (Danimarca, Svezia e Norvegia) un design che dava importanza alle forme, caratteristiche naturali dei materiali e alla loro funzionalità. Ambienti luminosi e accoglienti che possono far respirare un senso dì comfort e benessere, spazi puliti, semplici, colori pastello grigio, beige ma prevale il bianco, legno naturale e tinte sbiancate;

 

  • Mediterraneo: è lo stile Made in Italy per eccellenza che rappresenta il nostro Paese, ma anche le meravigliose isole greche, la Spagna, le terre baciate dal sole, calde e dai colori vivi. Nasce dall’atmosfera marittima di questi paesi, circondati da uliveti, agrumeti e dai vari profumi del verde e del mare. I colori prediletti sono il bianco e il blu, colori che infondono calma e serenità, altri materiali che caratterizzano questo stile sono la pietra, il vimini e le ceramiche colorate in stile costiera amalfitana;

 

  • Classico: è uno stile che ha prevalenza di ampi spazi impregnati di eleganza, gusto e pregio come un tuffo nelle case dei nobili di una volta. Uno stile intramontabile, dove l’eleganza e la raffinatezza sono le parole chiave, stile d’arredamento considerato spesso anche come dichiarazione di un certo status. Uno dei materiali più utilizzato è il legno massiccio ed importante come mogano, quercia o ciliegio, pareti rivestite con boiserie. Altri materiali che ritroviamo sono il marmo per î pavimenti, vetro e cristallo, le linee e le forme sono ricercate sia nei complementi d’arredo che nella struttura architettonica della casa spesso impreziosita da archi o volte e colonne.

 

Colori in tendenza 2023

Vuoi sapere quali sono le tendenze di colori che dominano la scena di questo 2023? Se la risposta è si, ti invitiamo a procedere nella lettura!

Ebbene si! Noi di Chierichetti siamo qui per dirti che le tendenze di nuance per questo 2023 sono quelle che richiamano i colori della natura! Quindi via libera alle tinte neutre come il beige, il grigio e l’avorio, viola e lavanda, che si fanno largo accanto al verde, che l’anno scorso è stato protagonista indiscusso in tutte le sue tonalità, dal verde pistacchio all’verde foresta, dallo smeraldo al verde acqua marina.

Sappi comunque che colori e i materiali in voga nel 2023 sono legati al tema dell’ecosostebilità.

È bene dire però che nell’arredo di quest’anno troviamo comunque anche colori accesi e grintosi, da riservare alla zona giorno, come l’arancione o il giallo. Ma non solo! L’ultima invenzione targata Pantone vede in voga il magenta.

Si, proprio lui, un colore audace capace di rompere gli schemi pur rimanendo invitante, accessibile e sorprendente in un’ampia varietà di contesti e applicazioni e richiama uno spirito ottimista incoraggiando la sperimentazione tecnologica e virtuale.

Pur non di meno, i colori neutri rimangono una certezza ed una costante per via della loro versatilità ed eleganza. Ma non solo colori! Questo mood si riversa anche nelle forme, che negli arredamenti di questo 2023 sono arrotondate e sinuose. Via libera quindi a poltrone arrotondate con maxi-sedute composte da cuscini morbidi e schienali imbottiti, in grado di donare comfort e morbidezza.

Ma quindi, come possiamo riassumere la tendenza colori di questo 2023?

Noi di Chierichetti ti diciamo che a dominare la scena sono i colori naturali con tutte le loro nuance più intense e decise, tra queste i blu in versione scura, colore capace di placare l’ansia e le preoccupazioni, prediletto per la camera da letto e il bagno, poi abbiamo i gialli ocra e zafferano, ad aggiungersi il verde bosco e il verde oliva che contribuiscono a creare quell’atmosfera tranquilla e armoniosa per la zona living.

La Natura si rispecchia anche nelle carte da parati che quest’anno saranno di moda nelle loro decorazioni raffiguranti elementi naturalistici. L’attenzione all’ambiente ed alla sostenibilità sono tematiche particolarmente sensibili nella scelta dei materiali da impiegare per rivestimenti, finiture ed arredi. Le tendenze di quest’anno cercano quindi di farsi sempre più green puntando anche su nuove tecnologie che consentono di essere sostenibili e di design in favore di un miglioramento della qualità dell’aria negli ambienti domestici.

Un materiale che non passerà mai di moda è il legno, da sempre il materiale per eccellenza per diverse parti della casa, capace di creare un ambiente caldo ed accogliente come nessun’altro materiale.